Articolo redatto dallo Studio Della Rossa Consulenze per il blog dell'azienda friulana Walcher mobili di lusso.

Negli anni della ricostruzione post bellica la cittadina di Tricesimo ha avuto un particolare ruolo nel settore del mobile-arredamento, sia per la presenza di importanti operatori del settore, che commercializzavano le realizzazioni di numerosi piccoli produttori locali, sia per l’insediamento di alcune realtà manifatturiere, nell’imbottito che nelle cucine componibili.

La ditta Giacomo Walcher, nelle sue sedi di Tricesimo in Via della Stazione ed a Udine in centro, era già all’epoca una delle più importanti realtà manifatturiere, qualificandosi con il proprio marchio nella produzione di salotti, poltrone e divani letto.

Per il Friuli il polo attrattivo tricesimano era rappresentato da numerose realtà, che erano servite dalla clientela della città di Udine dalla tramvia, che rendeva facile ed economico il suo raggiungimento: qui la clientela trovava sia un ampio assortimento di prodotti nelle varie esposizioni, sia la competenza dei produttori specializzati, chi nell’imbottito, chi nei componibili, chi nel mobile in massello o nell’impiallacciato.

Negli anni 60 la crescita della domanda e la conseguente diversificazione del settore arredo, con lo sviluppo di produzioni specialistiche, portarono alla trasformazione della realtà Walcher, dalla vocazione industriale ad una più incisiva missione commerciale e di servizio, orientando la propria offerta dall’imbottito a tutti i segmenti dell’arredo casa.

La superfice di vendita venne ampliata e la struttura immobiliare seguì questa trasformazione, per ricavare nuovi spazi dedicati alle cucine, all’arredo per l’esterno, alle camere ed all’arredamento classico con prodotti in massello.

In questo periodo cominciò ad affacciarsi alla struttura espositiva una nuova clientela internazionale, che, seguendo i flussi turistici estivi verso le spiagge dell’adriatico, trovavano particolarmente conveniente l’acquisto di soluzioni d’arredo di gusto moderno, molto diversi rispetto le proposte domestiche di vocazione tedesca.

L’imbottito Walcher coniugando forme, tessuti, comodità e stile, con un’impronta di design, supportato da Brand prestigiosi e disegnato da “archistar” di livello mondiale, fece rapidamente breccia nelle preferenze della clientela austriaca e tedesca: in Walcher i visitatori trovavano un’esposizione di alto profilo e la possibilità di poter scegliere fra una vastità di soluzioni in pronto acquisto, elemento distintivo del passato ed una attale prerogativa aziendale.

La clientela internazionale ha sempre trovato nel personale di vendita le competenze, prima linguistiche e culturali, ma soprattutto progettuali, per confrontarsi sulle soluzioni d’arredo più rispondenti alle proprie esigenze; la disponibilità dei funzionari per un sopralluogo, l’appropriatezza delle soluzioni prospettate, i contenuti di valore dei prodotti esposti, le possibili alternative negli accostamenti fra tessuti, tappeti, pavimenti, illuminazione ed oggettistica, sono elementi particolarmente apprezzati dalla clientela, sia italiana che internazionale.

Ai servizi proposti all’interno della struttura espositiva, si aggiungono i servizi di consegna ed installazione, svolti direttamente dal personale Walcher, che, tempestivamente e con una pianificazione settimanale, conclude il ciclo di fornitura, anche verso le destinazioni più lontane.

La cittadina di Tricesimo, con Walcher mobili di classe, persegue la tradizione di essere un polo di attrazione nell’arredamento, sia come riferimento per una clientela locale particolarmente esigente, sia per una clientela internazionale.

Anche oggi la clientela, con il “passa parola” e l’arrivo a Tricesimo anche delle seconde e terze generazioni dei pionieri degli anni 60, si rivolge con fiducia alla professionalità del personale ed ai contenuti di valore dei prodotti in esposizione, che in 80 anni di continua innovazione Walcher mobili di classe ha saputo proporre.