Strumenti di vendita per un mercato globalizzato.

Il mercato domestico ed internazionale dell’imbottito

In questi anni le nostre serate familiari di fronte alla TV sono “allietate” da una massiccia propaganda da parte dei cosiddetti “artigiani della qualità”, con proposte a prezzi stracciati e condizioni irripetibili per l’acquisto di divani e poltrone di tutte le fogge.
L’inserzionista, data la permanenza negli anni di questa formula pubblicitaria, sa certamente il fatto suo ed i ritorni dei suoi investimenti negli spot sono ripagati ampiamente con i fatturati acquisiti.

 Musumeci SPA – Aosta.

La rete di vendita come fattore di sviluppo

Nell’ultimo decennio le aziende grafiche si sono trovate nella necessità di potenziare la propria funzione commerciale, per contrastare la stagnazione della domanda con l’acquisizione di nuova clientela, avviare l’espansione all’export ed infine realizzare investimenti tecnologici per allineare il proprio sistema industriale alle richieste d’innovazione.

L’annuale analisi dei fatturati e della redditività delle aziende grafiche italiane per l’anno 2015 esprime un segnale positivo, dopo anni di calo e di una marcata tensione competitiva fra le imprese, fortemente condizionata dalla domanda dal mercato di una maggior “customizzazione” degli stampati e da processi di gestione sempre più serrati ed antieconomici.

Finalmente uno spiraglio di positività del nostro settore, tuttavia ancora influenzato dalla stagnazione economica e sostenuto solo in parte dallo sviluppo sui mercati internazionali dalle imprese strutturate per l’export; in diversi paesi i successi non sono mancati, soprattutto nei settori dove imprenditori, strutture commerciali ed i professionisti più dinamici si sono proposti con maggior determinazione e con investimenti commerciali.