L’ANALISI DEI BILANCI DELLE AZIENDE GRAFICHE 2016

Le positive indicazioni di miglioramento in termini di fatturati e redditività delle aziende del settore “grafica e stampa” riscontrate nei bilanci 2015 hanno trovato conferma anche per l’anno 2016, evidenziando una uscita dal “tunnel della recessione” che ha caratterizzato gli anni precedenti. Quindi un segnale di conferma di crescita per il nostro campione di 450 aziende di cui si dispongono i dati economici del triennio 2014-2016 che si affianca allo stesso valore riferito al 2015 rispetto all’anno precedente.
Il settore grafico presenta indicatori migliori rispetto al P.I.L. nazionale e la ragione di questi risultati, a nostro avviso, è una conseguenza di tre importanti fattori: l’innovazione tecnologica applicata ai processi di stampa, l’internazionalizzazione in grande crescita da parte delle aziende italiane, con un export anche a doppia cifra, l’espansione dei centri commerciali e dell’e-commerce.

la filiera virtuosa del Food Equipment.

Negli ultimi anni l’industria del Food Equipment ha registrato tassi di crescita superiori al 5% annuo (attestandosi a circa 5 miliardi di euro), ricevendo un forte traino dallo sviluppo della leadership italiana nei settori alimentari, in special modo nel campo di pasta, pizza, gelato artigianale e caffè. Il valore della produzione di macchine per il food (professionali o domestiche) comprende diversi segmenti, ma l’elemento che li accomuna tutti è l’elevata percentuale dell’export che, complessivamente, premia con 3,2 miliardi (il 66%) i prodotti nazionali, soprattutto nei settori delle macchine per il caffè e delle attrezzature per gelaterie.